L'aurora che non vedrò

Un uomo di mezza età si lascia rapire dalle immagini di filmini d’epoca (fine anni ’50) in bianco e nero, proiettati sullo schermo di un grande salone privato, dal glorioso passato. I video ci restituiscono il ricordo di una donna che fa familiarizzare il suo bambino di 6 anni con una piccola cinepresa, oggetto per lui ancora sconosciuto. La madre inizia quindi a riprendere scene di giochi e azioni varie fra lei e il piccolo, brevi momenti di tenerezza quotidiana, miscelando intimità familiare a educazione all’uso della mdp. Una delle sequenze al chiuso vede il bambino rincorrere la donna, ancora una volta per gioco e per amore. Ad un tratto però la donna crolla al suolo, vittima di un malore. La mamma non riprenderà mai più vita. L’uomo in sala allora avanza verso lo schermo, cercando un contatto fisico con la donna, fino ad entrare nella realtà virtuale del vecchio filmato, incrociando il bambino, che invece ne esce. Da questo momento, le azioni dell’uomo sono tutte all’interno del filmino, quindi apparentemente impossibili, dato il salto spazio-temporale. Costui prende in braccio il corpo inanime di lei e avanza verso la cinepresa, come a voler portare la madre persa 50 anni prima, nella realtà attuale. Sul suo volto appare un neo, attraverso cui riconosciamo il bimbo dei filmati nell’uomo ormai adulto. La proiezione infine si blocca, segnalando la rottura della pellicola e lasciando immaginare l’uomo prigioniero dello schermo. Il posto a sedere, nel grande salone di famiglia, è ormai vuoto.

LOCATION

BASILICATA 

CAST

Antonella Maddalena, Marcello Rubino, Roberto Rubino

Additional Info

  • Production Genre: Short Films
  • Direction: Mimmo Mongelli
  • Screenplay: Mimmo Mongelli
  • Music: Claudia Mastrorilli – Diego Morga
  • Photography: Piotr Michal Marczak
  • Year: 2015
  • Nation: Italy
  • Production: 7th ART INTERNATIONAL AGENCY
  • Distribution: PEERFORMER.COM
  • Lenght: 10'30"
  • Genre: Drama
  • State: Made