Giovedì, 02 Febbraio 2017 08:16

Carmen Luongo porta sul set l'Iliade: «Che bello girare in Basilicata»

Vota questo articolo
(2 Voti)
Presenza scenica vigorosa. I suoi personaggi Carmen Luongo li ha saputi investire puntualmente di una penetrante carica emotiva ed energica. Di origini campane, l'attrice-regista si è formata alla Scuola Civica “Paolo Grassi” del Piccolo di Milano, in teatro ha lavorato, tra gli altri, con Leo De Berardinis, tra i massimi esponenti della nostra avanguardia, Toni Servillo e il grande e compianto Antonio Neiwiller. Nelle pellicole del marito - il regista lucano Prospero Bentivenga - ha interpretato con versatilità diversi personaggi, in particolare vanno ricordati quelli di Giulia in «Prima», road movie che ha anticipato sullo schermo alcune tematiche ambientali, e di Ariel di «Cucina bollente» con cui ha vinto più premi per la miglior interpretazione femminile. Nel 2009, sempre sotto la regia del marito, nella messinscena dell'Iliade ha dato voce e corpo ad Andromaca, una delle figure femminili più affascinanti della mitologia greca. Del capolavoro omerico Luongo e Bentivenga hanno ideato una versione per lo schermo le cui riprese sono da poco finite. In «Note per Iliade», questo il titolo del film-documento girato in Basilicata, la Luongo non veste più i panni di Andromaca ma quelli della regina Ecuba.

Continua su ilmattino.it