Mercoledì, 08 Agosto 2018 07:09

ROBERT VIGNOLA, DA TRIVIGNO A HOLLYWOOD: LA MAGIA DEL CINEMA MUTO IN PIAZZA

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’11 agosto in anteprima mondiale la Zerorchestra e il maestro Stephen Horne musicano “Beauty’s Worth” (1922)

La magia del cinema muto rivive in piazza a Trivigno. E il paese lucano che gli ha dato i natali torna a celebrare Robert Vignola, regista innovatore e produttore del cinema muto hollywoodiano.
L’appuntamento è per sabato 11.08.2018 in piazza Plebiscito a Trivigno con l’evento Robert Vignola, da Trivigno a Hollywood. La magia del cinema muto in piazza: la musica dà voce alla pellicola.
Sotto le stelle, nel centro storico del piccolo borgo lucano, la Zerorchestra musicherà dal vivo, sotto la direzione del famoso maestro Stephen Horne, il film “BEAUTY’S WORTH”, pellicola che Robert Vignola diresse nel 1922 con Marion Davies protagonista.
Un’anteprima mondiale: la partitura musicale del film è stata creata appositamente per questa pellicola, che approda in Italia per la prima volta. Degli oltre cento film diretti o prodotti da Vignola, infatti, “Beauty’s Worth” è uno dei pochi sopravvissuti al tempo. La pellicola è stata restaurata da Ben Model e dalla Library of Congress.
L’esecuzione sarà poi replicata con la collaborazione del Comune di Sacile il prossimo 5 ottobre allo Zancanaro come evento di preapertura delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, il più importante festival dedicato al cinema muto.
L’evento di Trivigno è una nuova tappa del percorso di valorizzazione e recupero di Robert Vignola e della sua eredità, sviluppata grazie a un importante progetto di collaborazione attivato tra il Comune di Trivigno, la società lucana di produzioni cinematografiche effenove srls, la Lucana Film Commission, Cinemazero, la Cineteca del Friuli e le Giornate del Cinema Muto di Pordenone.
L’evento di sabato 11 agosto a Trivigno ha ottenuto il patrocinio morale della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e si svolge con il sostegno di Fondazione Friuli e Regione Friuli Venezia Giulia.
Sono diverse le iniziative in corso, su tutte una profonda attività di ricerca di materiale della produzione di Robert Vignola, inedito o da restaurare, e lo sviluppo di un documentario dedicato a questo regista che segnò in modo determinante la produzione cinematografica e il suo sviluppo.

ROBERT VIGNOLA E TRIVIGNO
Il legame tra Robert Vignola e Trivigno non si spezzò mai, nonostante il regista abbia lasciato la Basilicata da bambino per approdare con la famiglia negli Stati Uniti agli inizi del Novecento. Ci sono numerose tracce dell’affetto che Vignola mantenne verso il paese natale: lettere, donazioni e episodi che il progetto di ricerca sta recuperando alla memoria.
La centralità di Robert Vignola nella storia del cinema è tale che Kevin Brownlow, premio Oscar alla carriera e autore del più importante film su Charlie Chaplin, ha accettato di essere tra le voci del documentario dedicato al regista originario di Trivigno che effenove sta sviluppando. Al progetto stanno collaborando anche altri importanti autori e studiosi, come la storica del cinema Giuliana Muscio.
L’obiettivo del complesso percorso avviato è fare del piccolo borgo lucano un punto di riferimento nel Mezzogiorno per gli appassionati del cinema muto. Già lo scorso anno in tanti hanno riempito la piazza del paese per celebrare il gemellaggio Trivigno-Pordenone nel nome di Vignola, con un confronto sulle tracce del regista italo-americano, la proiezione di un video di ricerca e l’esposizione di macchine del cinema muto ancora funzionanti messe a disposizione dalla Cineteca di Oppido Lucano. Quest’anno si replica con la proiezione in piazza e la musica dal vivo sotto le stelle.