Sabato, 03 Agosto 2019 10:15

MATERA. Madre nascosta_ ARTE - Sabato 3 agosto 2019 ore 20:00

Vota questo articolo
(0 Voti)

Alpenway è lieta di invitarvi a scoprire Matera, la capitale culturale europea del 2019!

Il documentario di Alessandro Soetje prodotto da Alpenway Media GmbH con SWR e ARTE, in collaborazione con Lucana Film Commission. Apt Basilicata, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Comune di Matera, verrà trasmesso per la prima volta in assoluto sul canale culturale franco-tedesco ARTE in prime time sabato 3 agosto alle ore 20:00, rimanendo poi consultabile nella mediateca per qualche tempo. Seguiranno proiezioni sulle emittenti SWR e 3Sat

L'affascinante opera del regista milanese si inserisce in una serata televisiva interamente dedicata alla città dei Sassi.

Collocata al centro dell'Europa e tuttavia straniera. 

Mentre rintoccano le campane della cattedrale romanica, nelle rocce scolpite spuntano affreschi di monaci bizantini; in palazzi barocchi sfilano figure sofferenti sui dipinti di Carlo Levi, nelle vie turisti gioiosi visitano grotte trasformate in hotel. 
Matera è il luogo in cui confluiscono 9000 anni di storia.
Catturando la luce luminosa del Sud il documentario di Alessandro Soetje si immerge nelle stanze senza finestre dove ancora fino agli anni Cinquanta uomini e bestie vivevano assieme, perlustra le grotte adibite a chiese, dove muschi e licheni si fondono con gli affreschi, per poi seguire il gorgogliare dell’acqua in un sistema sofisticato di cisterne e tubi scavato nel ventre della città, ove gli artisti Enzo Viti e Teresa Lupo si dedicano a cartografarne la vita interiore. 
Con quale maestria di parsimoniosità i loro antenati pensarono a costruire questa città!
L’urbanista Pietro Laureano spiega come il materiale delle grotte sia diventato case, palazzi e chiese, in un passaggio senza soluzione di continuità tra interno ed esterno, sopra e sotto. 
Questo sistema architettonico unico e straordinario fu dimenticato dopo che la denuncia delle misere condizioni di vita della gente della Basilicata fatta da Carlo Levi nel suo romanzo Cristo si è fermato a Eboli portò allo sgombero delle grotte.
Fu grazie a giovani e combattivi esploratori come l’attuale sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri che questo patrimonio di pietra venne salvato allora dalla rovina e dai saccheggiatori, dando così oggi ai visitatori della Capitale Europea della Cultura la possibilità di scoprire una Matera risvegliata dal coma in cui era caduta da decenni e che ora invece si presenta come una città colorata, vivace e unica nel suo splendore.

Ultima modifica il Sabato, 03 Agosto 2019 10:46