Venerdì, 22 Novembre 2019 08:45

LEONCAVALLO 100 TRA MUSICA E CINEMA. Potenza omaggia Ruggiero Leoncavallo nel centenario della sua morte

Vota questo articolo
(0 Voti)

Si terrà domenica prossima 24 novembre alle ore 18.30, nella splendida cornice del Teatro F. Stabile di Potenza, il Gran Gala Leoncavallo 100 in occasione della ricorrenza del centenario della morte del grande operista Ruggiero Leoncavallo. Il progetto intende sottolineare il forte legame che si può cogliere fra la sua produzione musicale ed il cinema, ma anche con la stessa città di Potenza, testimoniato ampiamente dalle tante opere cinematografiche che in diverse occasioni incrociano la figura di Leoncavallo e la sua musica.
L’attività creativa del celebre compositore è fortemente legata alla città di Potenza, che frequentò spesso e che lo vide attivo anche professionalmente proprio nel teatro che ospita la serata di Gala.
Numerose le sue opere messe in scena, in passato, proprio nel capoluogo lucano, da I Pagliacci, film diretto da Giuseppe Fatigati nel 1943 ispirato all’omonima opera lirica di Ruggiero con la partecipazione del grande tenore Beniamino Gigli e La reginetta delle rose, film muto del 1915 diretto da Giovacchino Forzano e Gino Rossetti.
L’evento vedrà un breve excursus storico tra note e immagini raccontate nella conversazione condotta da Giovanna D’Amato, responsabile area musica dell’Ateneo Musica Basilicata e Francesco Calogero, regista e con la partecipazione straordinaria del prof. Sandro Di Stefano, compositore per il cinema e docente di "Composizione per la musica applicata alle immagini" presso il Conservatorio E.R. Duni di Matera.
Seguirà la proiezione di alcuni momenti delle pellicole e allestimenti dell’Opera Pagliacci, una delle opere di Leoncavallo più celebre.
La serata si concluderà con il concerto dedicato alle musiche di Leoncavallo e dei suoi contemporanei dell’Orchestra Filarmonica Federiciana diretta dal Maestro Benedetto Montebello, con la partecipazione del soprano Carmela Osato e del tenore Raffaele Pastore accompagnati al flauto da Sasha De Ritis.