Potenza, ciak del film «La notte più lunga dell’anno», nel cast anche Ambra Angiolini

I progetti della Lucania Film Commission nell’intervista al presidente Stabile: “A Matera la prima edizione dell’Audiovisual Producers Summit, pronti per un’altra fiction, due lungometraggi e un kolossal arabo”
26 Aprile 2021
Al via a Matera le riprese di “Imma Tataranni 2”
26 Aprile 2021

Da pochi giorni Potenza è diventata palcoscenico cinematografico grazie alle riprese del film «La notte più lunga dell’anno» prodotto da Clipper Media una delle società italiane più attive nella produzione e distribuzione di film e documentari. La produzione esecutiva è stata, invece, affidata alla società potentina SirioStudios di Angelo Viggiano. Nel film vengono raccontate distinte storie che tra di loro non si incrociano, l’unico punto di passaggio sarà una pompa di benzina. Ovviamente tutto si compie in una notte tra il 21 e il 22 di dicembre (solstizio d’inverno) quando il sole tramonta intorno alle ore 16.30 e sorge all’indomani alle ore 7.30. Un cast di grandissimo spessore con Alessandro Haber, Ambra Angiolini, Renato Carpentieri, Massimo Popolizio e tante comparse lucane scelte dal regista Simone Aleandri. Il film probabilmente approderà al cinema tra novembre e dicembre e successivamente in tv.

Angelo Viggiano, come mai è stata scelta Potenza?
«La sceneggiatura del film è stata scritta dal potentino Andrea Di Consoli e le storie dei protagonisti si svolgono in una città del Sud e per le caratteristiche del film Potenza è risultata la più adatta. Per la città una importante vetrina».

Da anni la vostra società è impegnata nella produzione esecutiva internazionale del settore cinematografico altri progetti?
«Stiamo lavorando a tanti progetti sia con l’India ma anche in Italia e con la Rai. Un lavoro di squadra grazie anche a collaborazioni con altre realtà locali del settore. Siamo soddisfatti ed entusiasti di questo lavoro. Non è escluso che Potenza e il territorio limitrofo possa essere nuovamente protagonista di altri importanti lavori. Nel frattempo siamo ripiegati a dare il massimo per questo film».

Come mai l’India?
«Abbiamo trovato grande apprezzamento grazie ad alcune video clip prodotte da noi e distribuite lì. Un giudizio del lavoro fatto molto positivo se si considera che la città di Potenza e la Basilicata sono state oggetto di numerose visualizzazioni, siamo quasi a un miliardo. Siamo poi in contatto con alcune produzioni americane. Insomma abbiamo seminato bene e guardiamo al futuro con entusiasmo».

Ha trovato sostegno da parte delle istituzioni?
«Assolutamente si. Anzi mi consenta di ringraziare l’amministrazione comunale in primis il sindaco Guarente e gli assessori Alessandro Galella e Stefania D’Ottavio. Questa produzione ha ricevuto poi il sostegno della Lucania Film Commission e del Gal Percorsi. Per questo desidero esprimere un forte ringraziamento alll’attuale presidente della Lucania Film Commission Roberto Stabile che ha valutato positivamente il progetto di questo film. Prezioso inoltre il sostegno del presidente e direttore del Gal “Percorsi”, Michele Miglionico e Domenico Romaniello. Insomma un gioco di squadra istituzionale che ho apprezzato molto».

Tratto da: Lagazzettadelmezzogiorno.it